Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Come riciclare il pane vecchio e indurito

Uno dei primi insegnamenti è “non buttare via il pane“: in tutte le culture, infatti, è l’alimento fondamentale e simboleggia la vita.
È interessante, quindi, scoprire come riciclare il pane vecchio.

Il pensiero più semplice e veloce: si può fare dell’ottimo pangrattato, per rendere i piatti cotti al grill ancora più croccanti e saporiti. Basterà tagliarlo a pezzi, grattugiarlo, riporlo in un barattolo di vetro ermetico e conservarlo in frigorifero, dove, se la catena del freddo non viene interrotta, potrà restare a disposizione per almeno tre settimane.

Ricetta valida dal Nord al Sud Italia: in base alla durezza del pane si può scegliere di cospargerlo direttamente con olio, pomodoro e sale o di bagnarlo con poca acqua prima del condimento, per servire un gustoso antipasto di bruschette. Una chicca, per chi lo gradisce, è quella di passare in modo lieve sulla superficie delle fette uno spicchio di aglio, che farà esaltare gli altri sapori.

Immergendolo in latte e uova, fritto e cosparso di zucchero, diventa una merenda diversa, ma, lasciando la cucina, c’è anche chi ha usato un tozzo di pane vecchio, privato della mollica, per creare un grotta ed allestire al suo interno un piccolo presepe.

Come riciclare il pane vecchio e indurito


IN QUESTO ARTICOLO PARLIAMO DI:


Il sito utilizza cookie. Continuando a navigare, scrollando la pagina o compiendo altre azioni, ne accetti l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi