Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Tintura delle stoffe per rinnovare le magliette

Hai deciso di ridare nuova vita ai tuoi maglioni? Allora non sarà necessario rivolgersi a tinte chimiche o particolari, ma semplicemente continuare nella lettura per scoprire come realizzare tinte fai da te per colorare la propria maglieria in maniera originale e sicura. Il metodo che vedremo affonda le sue origine nell’antichità, quando non esistevano le tinture chimiche, e pertanto queste venivano realizzate con prodotti naturali e nelle case: non a caso molto del fai da te deriva proprio da tecniche impiegate nel passato.

L’arte della tintura non solo permette di dare un nuovo look al proprio guardaroba, ma risulta essere anche un ottimo modo per rilassarsi e trascorrere un pomeriggio in allegria e dare sfogo alla propria creatività.

Prima di procedere dobbiamo assicurarci che la nostra maglieria sia realizzata con stoffa in fibre naturali come la lana, la seta o il cotone, e che naturalmente siano ben puliti. Questo perché, a differenza dei metodi chimici, quelli naturali non sono aggressivi e quindi non si ottiene una buona efficacia su tessuti sporchi o sintetici.

Leggi anche: Come riciclare le calze rotte

Procedimento: tintura delle stoffe fai da te

Scelti gli indumenti in fibra naturale da colorare, si dovrà procedere con il riempire d’acqua una pentola capiente al punto da permettere di immergere internamente il capo o i capi che si desiderano tingere. In questa va versato un cucchiaio di sale grosso per ogni litro di acqua. A questo punto va portato tutto ad ebollizione, insieme al colorante naturale scelto fino a quando l’acqua non diventa del colore voluto.

Ottenuto il colore desiderato bisogna filtrare l’acqua, eliminando gli eventuali residui del colorante e immergere nella pentola le magliette da colorare, riportando ad ebollizione il tutto. Trascorsa circa un’oretta bisogna far raffreddare il tessuto e la nostra maglietta sarà come nuova.

A questo punto ci chiederemo quali sono le tinte naturali che possono essere utilizzate nel processo appena enunciato. Di seguito una lista completa e variegata:

  • Caffè per il marrone.
  • Edera per il verde brillante e ortica per quello chiaro.
  • Zafferano per il giallo.
  • Hennè per il rosso.
  • Amarene o Fragole per il rosa.
  • Mirtilli per il blu chiaro.

Puoi in autonomia utilizzare altri prodotti naturali e sperimentare nuovi colori o creare composizioni uniche, mescolandoli e impiegando i principi base della composizione dei colori. Infatti utilizzati i tre primari sarà possibile creare qualunque tinta in maniera naturale ed anche economica. Non ti resta che iniziare e rinnovare il tuo guardaroba con magliette piene di colore e vita.

Leggi anche: Riciclo creativo con la stoffa

Tintura delle stoffe per rinnovare le magliette


IN QUESTO ARTICOLO PARLIAMO DI:


Il sito utilizza cookie. Continuando a navigare, scrollando la pagina o compiendo altre azioni, ne accetti l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi